Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Verfiica del segnale della valvola EGR

Stampa
Categoria: Oscilloscopio

La valvola EGR che analizziamo in questo articolo è la tipica valvola EGR costituita da un avvolgimento (bobina o solenoide) che alimentata dalla centralina, produce lo spostamento di uno stantuffo, che apre e chiude il passaggio dei gas di scarico verso il collettore di aspirazione.

 

FUNZIONAMENTO:

I gas di scarico (1) raggiungono la valvola EGR (3) di tipo meccanico, pilotata a depressione. L'attuatore a depressione (4) viene pilotato tramite un comando a massa dalla ECU motore. Quando la massa viene chiusa l'attuatore si aziona, lascia passare la depressione che attiva la valvola EGR.

PIN:

Il Pin-out dell'EGR è costituito da 2 soli Pin, dove troviamo:

SCHEMA DI COLLEGAMENTO:

Si collega l'oscilloscopio a massa, meglio sulla batteria. Si collega il puntale di misura del canale 1 dell'oscilloscopio, nel connettore della valvola EGR, sul pin di comando. Senza scollegare il connettore, ma lasciando l'EGR collegata.

OSCILLOGRAMMA:

 Il segnale visualizzato è del tipo ad onda quadra.

Dato che la valvola riceve un segnale fisso a 12 Volt su uno dei PIN, l'altro PIN consente il passaggio di corrente quando viene chiuso verso massa dalla centralina. 

Pertanto risulterà che:

Figura: EGR non pilotata. Il segnale di comando si trova a massa per pochi istanti. La corrente che arriva all'attuatore è poca e non è in grado di aprire il passaggio dell'aria (depressione).

Figura: EGR Pilotata. Il segnale ha una maggior permanenza a 0 Volt, condizione in cui il cavo di comando viene chiuso verso massa dalla centralina. La corrente che circola per l'attuatore pneumatico è sufficiente ad aprire il passaggio dell'aria (depressione) che attiva la valvola EGR.