Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Il sito guastiauto.com è gestito da un gruppo di tecnici esperti di autodiagnosi. Il sito ha lo scopo di fornire aiuto ed informazioni a tutti i professionisti del settore dell'autoriparazione per quanto riguarda la diagnosi elettronica

Scopri i nostri articoli

Segnale di pilotaggio di iniettori Elettromagnetici ad alta pressione

Stampa
Categoria: Oscilloscopio

Gli iniettori utilizzati per iniettare carburante ad alta pressione, principalmente adottati nei motori diesel, ma anche nei sistemi di iniezione benzina ad alta pressione, possono appartenere a due diverse famiglie:

  • Iniettori Elettromagnetici
  • Iniettori Piezoelettrici

La differenza sta nella tecnologia adottata per sollevare lo spillo, una bobina magnetica nei primi, o un materiale piezoelettrico nei secondi.

Riconoscere questi iniettori è possibile misurandone la resistenza fra i pin di connessione: gli iniettori Piezoelettrici hanno valori estremamente alti, nell'ordine dei Kilo Ohm, quelli elettromagnetici hanno una resistenza vicino a zero.

 

FUNZIONAMENTO:

I componenti più importanti per il funzionamento dell'iniettore sono quelli evidenziati nella foto. In particolare l'azionamento e quindi il sollevamento dello spillo, dipende dalla pressione presente nel volume di controllo. Una sfera, azionata da un piattello, a sua volta attirato da un elettromagnete, consente di scaricare la pressione o mantenerla. Determinando l'alzata dello spillo.

Nelle figure sono rappresentati l’iniettore chiuso (Figura di sinistra) senza l’eccitazione dalla centralina. Le pressioni sopra e sotto lo spillo si equivalgono e lo spillo rimane chiuso.
Al momento dell’eccitazione da parte della centralina, nel volume di controllo viene abbassata la pressione, viene a mancare l’equilibrio di pressione e lo spillo si apre, nel momento in cui viene a mancare l’eccitazione si chiude lo scarico nel volume di controllo (evidenziato nel cerchio), la pressione si riequilibra e lo spillo si chiude.

PIN:

Il Pin-out dell'iniettore è costituito da 2 soli Pin, dove troviamo:

    • Alimentazione pilotata da centralina di iniezione
    • Comando a massa, collegato alla centralina di iniezione

 

L'apertura dell'iniettore avviene quando entrambi i segnali vengono forniti: positivo e massa.

 

SCHEMA DI COLLEGAMENTO:

E' necessario utilizzare una pinza amperometrica. La pinza dovrà essere posta su uno solo dei fili dell'iniettore. Il verso inizialmente non è importante, se il segnale risulterà visualizzato al contrario, sarà sufficiente girare la pinza.

OSCILLOGRAMMA:

In un moderno iniettore elettromagnetico sarà possibile visualizzare almeno tre iniezioni. Le due pre iniezioni, per riscaldare la camera di combustione e far incrementare la pressione gradualmente, più l'iniezione principale.

L'oscilloscopio andrà settato con una scala dei tempi ad 1 ms per ogni divisione, ed una scala dei volt ad almeno 10 Volt a divisione (o superiore). La tensione di comando dell'iniettore è normalmente compresa fra 50 e 140 Volt.

Figura: segnale di 3 iniezioni consecutive. 

 

 

Copyright 2011 Segnale di pilotaggio di iniettori Elettromagnetici ad alta pressione. Designer Joomla templates. All Rights Reserved.