Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Non accelera oltre i 1800 giri (Dicembre 2020)

Stampa
Categoria: Problemi Risolti (il caso del mese)

VEICOLO: Questo bollettino si applica al veicolo FIAT DUCATO X250 prodotto fra il 2006 ed il 2011. Con motorizzazione 2.2JTD. Ma il caso può applicarsi a tutti i veicoli con la stessa centralina di iniezione.

DIFETTO: Il cliente lamenta che il motore non supera i 1800 giri. L'accelerazione è costante e lineare, ma a 1800 giri il motore si ferma e non accelera ulteriormente.

DIAGNOSI: Effettuando una diagnosi della centralina di gestione del motore è stato riscontrato un difetto relativo alla presenza di acqua nel gasolio.

L'errore è stato cancellato dopo aver sostituito il filtro del gasolio e non si è più ripresentato.

Eseguendo una diagnosi dei parametri della centralina motore abbiamo riscontrato i seguenti dati:

SISTEMA DI INIEZIONE: 

 

VALVOLA EGR

 

TURBOCOMPRESSORE

 

FILTRO ANTIPARTICOLATO

In diagnosi i parametri riferiti alla periodicità della rigenerazione mostravano delle incongruenze. Questo ci ha fatto riflettere sulla possibilità che il filtro fosse stato eliminato.

Sono poi stati verificati visivamente e strumentalmente: i manicotti di aspirazione, la valvola EGR, il circuito di bassa pressione del gasolio, la pulizia del gasolio, la tubazione di scarico. Infine è stata verificata la tensione dell'impianto ed in particolare della centralina motore.

SOLUZIONE DEL DIFETTO: 

Non rilevando difetti a carico di nessuno dei componenti del sistema di iniezione, essendo la centralina correttamente alimentata, abbiamo provveduto ad esaminarla attentamente. Durante questa ispezione si è riscontrato che la carcassa della centralina era stata manomessa, la centralina è stata quindi aperta, con buona probabilità per essere rimappata al fine di eliminare il filtro antiparticolato.

All'interno della centralina, dopo attenta analisi è stato rilevato un PIN guasto, dissaldato. Un'iniziale riparazione "veloce", eseguita con un filo esterno collegato a massa, ha permesso di verificare immediatamente che il difetto era dovuto a questo guasto.

 

Figura: riparazione della centralina ripristinando il PIN di masa mancante.