Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Sistema SCR di 4a generazione

Stampa
Categoria: Tecnica Auto

Siamo oramai arrivati alla 4°a generazione di impianto SCR per il trattamento degli NOx. L’immagine che segue rappresenta tutti i componenti che consentono il funzionamento di questo impianto. Nel seguente articolo illustriamo cosa è cambiato e quali sono le novità principali. Infine, cosa è ncessario fare in caso di sostiutuzione di alcuni dei componenti principali, come: pompa, serbatoio, centralina, etc.

Figura: impianto SCR 4° generazione BMW

INDICE:

 

  1. Elettronica digitale diesel (DDE)
  2. Riduzione selettiva catalitica (centralina SCR)
  3. Sensore della temperatura
  4. Indicatore livello carburante
  5. Serbatoio passivo
  6. Pompa di trasferimento
  7. Serbatoio attivo
  8. Sensore della temperatura
  9. Indicatore livello carburante
  10. Indicatore livello carburante 2
  11. Sensore di pressione
  12. Pompa di dosaggio
  13. Elemento di riscaldamento
  14. Elemento di riscaldamento linea di dosaggio
  15. Sensore di temperatura gas di scarico a valle del catalizzatore SCR (sottoscocca)
  16. Sensore ossido di azoto a valle del catalizzatore SCR (sottoscocca)
  17. Sensore particolato diesel 18 Catalizzatore SCR
  18. SCR
  19. Sensore di temperatura gas di scarico a monte del catalizzatore SCR (sottoscocca)
  20. Modulo di dosaggio SCR a monte del catalizzatore SCR (sottoscocca), se montato
  21. Sensore NOx / Lambda a valle del filtro per particolato diesel (SCRF)
  22. Filtro per particolato diesel (SCRF)
  23. Sensore di pressione gas di scarico a monte del filtro per particolato diesel (SCRF)
  24. Sensore di temperatura gas di scarico a monte del filtro per particolato diesel (SCRF)
  25. Modulo dosaggio a monte del filtro per particolato diesel (SCRF)
  26. Catalizzatore ad ossidazione
  27. Sensore NOx / Lambda a monte del catalizzatore ossidante
  28. Sensore temperatura gas di scarico a monte del catalizzatore

 

Il Sistema SCR di quarta generazione è stato dotato di un nuovo filtro denominato SCRF (22): Il filtro per particolato diesel (SCRF) è un filtro per particolato diesel con rivestimento SCR. SCRF sta per Selective Catalytic Reduction on Filter.

 

Quindi la vettura è dotata di un filtro particolato con SCR integrato al quale viene aggiunto un ulteriore SCR a valle (18). Ovviamente sono necessari due sistemi di iniezione per l’urea, quindi saranno presenti ben due iniettori del l’AdBlue (25 e 20).

 

Nota: il catalizzatore SCR a valle ed il relativo iniettore possono essere installati a seconda del veicolo. Quindi non sono sempre presenti.

 

FUNZIONAMENTO:

 

Per poter ridurre gli ossidi di azoto, occorre rilevare la concentrazione di NOx nel gas di scarico e la temperatura nel flusso dei gas di scarico. La centralina DDE valuta i segnali dei sensori ossido di azoto e dei sensori di temperatura gas di scarico. Con l'ausilio di questi valori si calcola la quantità di AdBlue che viene iniettato tramite il rispettivo modulo di dosaggio SCR.

 

La centralina DDE trasmette la richiesta con la quantità calcolata all'AdBlue ed il consenso alla centralina SCR tramite il PT-CAN. Il dosaggio di miscela acqua-urea avviene in dipendenza del carico (portata e temperatura dei gas di scarico) tenendo presente l'andamento termico e l'andamento del carico.

 

La centralina DDE deve assicurare una temperatura dei gas di scarico sufficientemente elevata ed avviare misure per l'aumento della temperatura dei gas di scarico. Le efficienze di conversione raggiungibili relativamente all'ossido di azoto dipendono dalla temperatura nel filtro per particolato diesel (SCRF) e dalla temperatura nel catalizzatore SCR.

 

Il grado di efficienza di conversione è influenzato da:

I catalizzatori iniziano la conversione a partire da una temperatura di 90 °C. La centralina SCR comanda la pompa nel serbatoio che genera una pressione di 6 bar in tutta la linea di alimentazione. Quando l’SCR raggiunge circa 180 °C , l'AdBlue viene iniettato. Dopo aver arrestato il motore, la pressione nella linea di dosaggio viene scaricata. Inoltre la linea di dosaggio viene in parte svuotata. In tal modo l'AdBlue che gela con una temperatura sottozero (a partire da -11 °C) non può causare danni da gelo.

 

Per evitare un'ostruzione dei moduli di dosaggio SCR con temperature dei gas di scarico elevate, in caso di dosaggio zero (ad es. marcia in discesa) vengono iniettati circa 10 mg di AdBlue ogni 60 secondi.

 

MANUTENZIONE:

Messa in funzione dopo la sostituzione dei componenti

 

Sostituzione della centralina SCR: Dopo la sostituzione, occorre programmare i record di dati corretti nella centralina SCR.

 

Sostituzione del serbatoio attivo: Resettare il primo rifornimento mediante diagnosi e avviare la routine di primo rifornimento. Reset del calcolo per la capacità del serbatoio.

 

Sostituzione del serbatoio passivo: Reset del calcolo per la capacità del serbatoio.

 

Sostituzione del modulo di alimentazione: Reset dei valori d'adattamento. Messa in funzione a seguito di programmazione

 

Nota: Dopo la programmazione i valori della memoria ROM programmabile e cancellabile elettricamente e le capacità dei serbatoi vengono resettati. Pertanto è suggerito riempire il serbatoio completamente.