Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Il sito guastiauto.com è gestito da un gruppo di tecnici esperti di autodiagnosi. Il sito ha lo scopo di fornire aiuto ed informazioni a tutti i professionisti del settore dell'autoriparazione per quanto riguarda la diagnosi elettronica

Scopri i nostri articoli

Controllo della pompa dell'impianto AdBlue

Stampa
Categoria: Procedure

L'impianto AdBlue adottato da molte moderne vetture Diesel, a da poco anche benzina, ha fra i suoi componenti una parte più importante di altre e per molti aspetti anche più delicata: La pompa dell'AdBlue

 Figura: Serbatoio AdBlue BMW con pompa integrata

Questa pompa è contenuta in un serbatoio di dimensioni variabili (da 10 a 30 lt normalmente) e invia il liquido AdBlue verso l'iniettore che poi lo dosa all'interno dello scarico, per ridurre gli NOx.

 

DESCRIZIONE TECNICA:

Ne esistono di diverse tipologie:

  1. Pompa con elettrovalvola di inversione: la pompa gira sempre in un verso, ma al momento di svuotare la tubazione dall'adblue, si aziona un'elettrovalvola interna al corpo pompa che inverte i condotti di aspirazione e mandata, richiamando il liquido nel serbatoio.

  1. Pompa doppia: due pompe alternano il loro funzionamento, una invia il liquido, l'altra lo aspira

  1. Pompa invertibile: la pompa è una, la centralina che la pilota ne inverte il verso di rotazione.

La prima è stata molto utilzzata nelle prime applicazioni, diverse vetture dei vari marchi la hanno utilizzata (Ad esempio: Mercedes ML, Citroen C4, Peugeot 308, Ford Transit, VW Passat, etc).

La seconda e la terza sono più recenti e normalmente vengono utilzzate nei nuovi veicoli in quanto consentono una migliore gestione della pressione e sono più affidabili.

GUASTI: Le pompe della prima serie sono spesso soggette al guasto della valvola di inversione. La pompa resta quindi in posizione di madnata e non riesce a richiamare il liquido. Oppure resta in aspirazione e non riesce a inviare il liquido ed a generare la pressione necessaria.

Tutte queste pompe sono affette da un guasto comune: il liquido AdBlue cristallizza bloccandone i circuiti e la rotazione. In questo caso le pompe non riescono a produrre la pressione necessaria.

DIAGNOSI: Collegando l'autodiagnosi è possibile visualizzare il parametro "Pressione ADBlue". Questo deve essere osservato quando la pompa è attiva. 

Per attivare la pompa è necessario a seconda del veicolo:

  1. Avviare il motore
  2. Attendere il riscaldamento dello scarico al di sopra dei 200°C (visualizzare il parametro temperatura catalizzatore SCR o DeNOx in diagnosi)
  3. Guidare il veicolo a velocità costante

In alternativa, se la diagnosi lo consente, è possibile attivare direttamente la pompa tramite comando diagnostico.


La pressione nell'impianto AdBlue oscilla fra 5-6 bar quando il circuito è pieno.

L'aumento della pressione è in genere progressivo e non immediato ed impiega alcuni secondi a raggiungere il valore massimo.

 

Copyright 2011 Controllo della pompa dell'impianto AdBlue. Designer Joomla templates. All Rights Reserved.