Questo sito utilizza i cookie di sessione per permettere una corretta funzionalità e per fini statistici. Accettando o chiudendo questo banner si accettano le condizioni di utilizzo conformi alle direttive di legge.

Il sito guastiauto.com è gestito da un gruppo di tecnici esperti di autodiagnosi. Il sito ha lo scopo di fornire aiuto ed informazioni a tutti i professionisti del settore dell'autoriparazione per quanto riguarda la diagnosi elettronica

Scopri i nostri articoli

Verifica del sistema di accensione con l'oscilloscopio

Stampa
Categoria: Procedure

L'oscilloscopio è uno strumento che consente di fare molte verifiche, fra queste una delle più interessanti è quella che riguarda il sistema di accensione.

In questo articolo spiegheremo come utilizzare l'oscilloscopio per la verifica dei sistemi di accensione dove il primario del sistema di accensione è direttamente accessibile dal Pin-out della bobina.

Andiamo per gradi: esistono diversi tipi di bobine, ma solo alcuni possono essere controllati direttamente. Per farlo bisogna che il circuito primario che svolge da eccitatore, sia direttamente collegato ai pin esterni. Qui di seguito viene mostrata una delle bobine elementari costituita da solo un primario ed un secondario.

 

In questo tipo di bobina misurando la resistenza fra i due Pin è possibile rilevare direttamente la resistenza del Primario. E' solo in questo tipo di bobine che è possibile verificare tramite l'oscilloscopio la bontà del sistema di accensione.

Attenzione, esistono bobine con più di due Pin che ugualmente possono essere verificate in questo modo. 

In questo caso la bobina integra più secondari e più primari mantenendo un'unica alimentazione, dunque è ancora possibile controllare il ciruito secondario verificando il segnale sul primario. Lo stesso può acadere anche per bobine di forma differente che hanno più fili. Nel caso seguente ad esempio sul connettore sono presenti 5 fili: 1 positivo comune e 4 fili di collegamento a massa (comando), uno per ogni candela.

In sostanza, nel dubbio, per capire se una bobina ha il primario direttamente misurabile, è sufficiente utilizzare l'Ohmmetro e verificare che fra il positivo comune e il filo di comando di ogni candela ci sia una resistenza molto bassa, inferiore ad 1 Ohm.

Ora che un po' di chiarezza è stata fatta veniamo a noi!

Il segnale di accensione che è possibile rilevare sul filo di comando del primario è il seguente (misurato rispetto al negativo di batteria):

Il segnale in figura è corretto. Si noti che come descritto sull'immagine, il tratto centrale del segnale corrisponde al tempo di scintilla e quindi a quello di inizio della combustione. Tale tempo in normali condizioni è superiore ad 1 ms. 

Vediamo ora alcuni esempi di segnali in cui qualcosa non funziona correttamente:

   

  

 

 

 

 

Copyright 2011 Verifica del sistema di accensione con l'oscilloscopio. Designer Joomla templates. All Rights Reserved.